Le piante producono ossigeno fondamentale per la nostra esistenza. Purtroppo, però, lo smog provoca dei segni indelebili sulle loro foglie. Con questo metodo, potrai pulirle e proteggerle in modo adeguato, senza particolare fatica. I risultati saranno ottimi.

Occorrente
Spruzzino
Bicarbonato
Pennellino
Una stoffa
Antiparassitario

Per iniziare, fai bollire l’acqua. riversa tale acqua entro una bottiglia con spruzzino incorporato. Ora, su ogni singola foglia della pianta, spruzza l’acqua nebulizzata in abbondante quantità. Attendi una mezz’ora, e poi con una stoffa asciutta, elimina l’acqua facendo attenzione a non rovinare la foglia.

Ora, metti di nuovo a bollire l’acqua, inserendo questa volta un paio di grammi di polvere di bicarbonato, e mescola il tutto. Fai raffreddare in modo naturale l’acqua, e riversala successivamente in una bacinella. Con un pennellino, assorbi un pò del liquido, e passalo su tutte le foglie, mettendo sempre sotto di esse la tua mano. Se vedi ancora un pò di nero sulle foglie, continua a passare il pennellino.

Ora, dopo un paio di ore, passa abbondante acqua fredda sulle foglie, e asciugale subito con un panno pulito. Versa poi sulle stesse piccole dosi di antiparassitario, facendolo asciugare il tutto in modo naturale con dell’aria. Prendi lo spruzzino di cui al Passo 1, e spruzza abbondante acqua nebulizzata su ogni singola foglia. Copri l’intera pianta con della plastica leggera per almeno un’ora.