Mentre mettevi in ordine la tua stanza, ti è capitato di ritrovare per caso una vecchia SIM che utilizzavi sul tuo cellulare qualche anno fa. Ora la domanda è una sola: dato per certo che la SIM sia scaduta, c’è un modo che ti permette di riattivarla? In questo modo potrai recuperare il credito che era presente in essa, i contatti salvati nella rubrica, i messaggi dei tuoi amici e così via.

Per riattivare una SIM scaduta non è necessario compiere configurazioni complesse, infatti devi semplicemente contattare il tuo gestore telefonico per richiedere la riattivazione della scheda. Ti ricordo che non è sempre possibile riattivarla, infatti è necessario che essa non sia scaduta da troppi anni, come spiegato in questa guida su Iltelefonico.com.

Prima di cominciare le indicazioni per riattivare una SIM, devi sapere che è possibile farlo solamente con le schede che non sono scadute da oltre 24 mesi. Come sicuramente già saprai, le schede SIM scadono dopo 12 mesi dal loro ultimo utilizzo, cioè dall’ultima ricarica che viene effettuata sul numero. Dopo i 12 mesi parte un mese in cui si possono solo ricevere chiamate ma non si possono fare.

Ora che abbiamo fatto questa precisazione, direi che è giunto il momento di cominciare. Se devi riattivare una scheda SIM con operatore TIM, il numero da chiamare è il 119. Parla con un operatore e fornisci i vari dati personali che hanno a che fare con la scheda, come ad esempio il nome, il cognome, il codice fiscale, il codice seriale della SIM ed il numero di cellulare su cui essa era attiva.

In alternativa, se non hai voglia di affrontare una lunga telefonata con un operatore, ti consiglio di recarti in un centro TIM autorizzato. Anche in questo caso dovrai fornire i dati personali di cui ti ho parlato poco fa e, in aggiunta, dovrai esibire un documento di identità valido. Dopo la riattivazione dovrai fare una ricarica su quel numero e compilare il modulo seguente: Tim.it.

La tua scheda ha operatore Wind? No problem, la procedura da affrontare è semplice come quella per TIM. Chiama il numero ufficiale 155 e spiega la tua situazione ad un operatore. Poi, compila il modulo che trovi su Wind.it ed invialo tramite raccomandata con una fotocopia della tua carta di identità e del codice fiscale. Inoltre, come ti ho spiegato pure per TIM, è possibile riattivare la scheda recandoti in un centro Wind autorizzato e compilando i moduli che ti verranno forniti.

Se hai una scheda Vodafone ed è scaduta da meno di 90 giorni, chiama il numero 190 ed un operatore te la riattiverà quando gli darai le tue informazioni personali. Se invece la scheda risulta scaduta da più di 90 giorni, la procedura da compiere è totalmente differente. In questo caso, vai in un centro Vodafone autorizzato e chiedi l’attivazione di una nuova SIM trasferendo il vecchio numero. Per il rimborso del credito, compila il modulo su Vodafone.it.

Infine, se hai una scheda di Tre scaduta che intendi riattivare, chiama il numero 133 e fornisci i dati personali e quelli della scheda da riattivare. Puoi fare la medesima operazione andando in un centro Tre autorizzato e compilando i moduli. Per chiedere la riassegnazione del numero, collegati su Tre.it e manda il modulo con una raccomandata Tre Italia con la fotocopia della tua carta d’identità e del codice fiscale.