Molti acquistano il tapis roulant per perdere qualche chilo.
Quando si compie attività fisica con il tapis roulant, i grassi adiposi iniziano a bruciare dopo 20 minuti circa dall’inizio dell’allenamento a cui vanno aggiunti 10 minuti circa di attività di riscaldamento.
Bisogna fare una premessa importante, per correre serve un tapis roulant elettrico perchè quelli magnetici, in cui il nastro si muove grazie alla forza applicata dall’utilizzatore, sono adatti solo per le camminate. Per approfondire le differenze tra i due tipi di tapis roulant è possibile leggere la guida di Luca Vico pubblicata sul sito Itapisroulant.net. Oggi ci occupiamo invece di come utilizzare l’attrezzo per dimagrire.

L’obiettivo è portare, con l’attività svolta sul tapis roulant, i battiti del cuore a raggiungere la cosiddetta zona del consumo dei grassi per ottimizzare il rapporto sforzo/risultato.
Peraltro è bene perdere poco peso e gradatamente (1,5-2 kg al mese) con l’attività fisica per mantenere il risultato e non dimagrire a fisarmonica, ovvero perdendo peso che poi viene purtroppo ripreso.

Un allenamento di dimagrimento con il tapis roulant prevede dai 30 ai 40 minuti di tapis, tre volte a settimana, controllando costantemente la frequenza cardiaca come segue (i valori sono indicativi e vanno sottoposti al giudizio del medico curante, del dietista o del dietologo).

Età/Frequenza cardiaca:
-20 anni 150 battiti al minuto
-30 anni 140 battiti al minuto
-40 anni 130 battiti al minuto
-50 anni 120 battiti al minuto
-60 anni 110 battiti al minuto
-70 anni 100 battiti al minuto

Vediamo ora alcuni esercizi che possono effettuare tutti
-Camminata lenta
La camminata lenta sul tapis roulant, è adatta a obesi e a chi deve seguire un programma di riabilitazione e deambulazione in terapia fisica a causa di un incidente, un infortunio o un intervento chirurgico a ossa, articolazioni e tendini. Il tutto sotto lo stretto controllo di un ortopedico o di un fisiatra.
-Camminata veloce (walking):
La camminata veloce sul tapis roulant, elimina le tossine e rassoda le gambe senza intervenire oltremisura su spina dorsale e articolazioni. Si esegue a 5,5 km/h per 30 minuti.
-Corsa lenta (jogging):
La corsa lenta sul tapis roulant (6-8 km/h), subentra dopo 5-10 minuti di camminata veloce o dopo essere allenati nell’esecuzione della camminata veloce, cosicché siate in grado di fare 20-30 minuti di corsa lenta.
-Corsa veloce (running):
La corsa veloce sul tapis roulant (9-12 km/h), è da effettuare solo con un buon allenamento alle spalle.

I più allenati possono invece svolgere i seguenti allenamenti
-CORSA INTERROTTA DA PAUSE
La corsa sul tapis roulant interrotta da pause migliora le prestazioni di allenamento e prepara a una gara. In pratica, simula gli scatti della corsa su strada in cui gli allunghi sono seguiti da qualche secondo di recupero, momento in cui l’acido lattico viene eliminato dopo essere stato rapidamente accumulato
-CORSA CONTINUA CON VARIAZIONI DI RITMO
La corsa continua sul tapis roulant, con variazioni di ritmo muta l’intensità dello sforzo grazie a cambiamenti di velocità e pendenza, come se si corresse in pianura, in salita e in discesa. Con questo esercizio l’acido lattico viene eliminato dopo un’accumulazione più graduale rispetto alla corsa interrotta da pause.
-CORSA A BALZI
La corsa a balzi, o corsa balzata, prevede una spinta molto accentuata del corpo verso l’alto e in avanti e serve a potenziare i muscoli della spina dorsale oltre a migliorare la resistenza e la capacità aerobica.

Il tapis roulant può quindi essere utilizzato per dimagrire correndo in casa.